Patente auto

La patente dell’ auto è un’autorizzazione amministrativa rilasciata dalla Repubblica Italiana per la conduzione di veicoli a motore su strade pubbliche e private. È possibile conseguire la patente automobilistica compiuti i 18 anni di età e dopo aver frequentato un corso di guida che approfondisca gli aspetti teorici e pratici della conduzione su strada. Al termine del modulo teorico, lo studente di scuola guida è obbligato a sostenere e superare un quiz teorico propedeutico all’esame pratico, da svolgere dopo un ciclo di guide di prova, affiancato da un istruttore qualificato che saprà fornire competenze, informazioni e suggerimenti.

 

Con la patente dell’auto è possibile guidare autovetture con 70 kw di potenza. Esistono limitazioni per i neopatentati per i primi 3 anni dal conseguimento della patente che li obbligano a rispettare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h nelle strade extraurbane.

 

La sicurezza nella guida ed il costante aggiornamento su normative e cambiamenti legislativi del settore sono i punti di forza dell'Autoscuola Roberto Buratti, da sempre rinomata per la professionalità in tutta la città di Merate (Lecco).

 

Puoi rivolgerti allo staff anche per richiedere informazioni circa le nuove patenti di guida.

Tutte le novità sulle diverse tipologie di patenti e sui requisiti necessari per legge sono elencate nella tabella di seguito.

Categ.

Note

Veicoli per l’esame di guida

(Direttiva 2006 /126/CE, in vigore dal 19/01/2013)

Veicoli per l’esame di guida

(Direttiva 2012/36/UE, in vigore entro il 31/12/13)

In grassetto le differenze rispetto alle dir. 2006/126/CE

Sintesi dei veicoli per l’esame di guida (Direttiva 2012/36/UE)

Veicoli che si possono guidare (Art. 116 CdS, come modificato dall’art. 3 del D. Lgs. 18/04/2011, n. 59)

AM

14 ANNI

Sostituisce il CIGC, che non viene più rilasciato.

Anche i maggiorenni, divenuti tali prima del 1 ottobre 2005, che intendano conseguire la

Patente AM devono sostenere i relativi esami (di teoria e di guida)

In alcuni stati dell’UE occorre aver compiuto 16 anni per guidare veicoli della categoria AM.

Ciclomotore a due ruote (categoria L1e) ovvero ciclomotore a tre ruote (categoria L2e) e quadri ciclo leggero (categoria L6e), quest’ultimi omologati per il trasporto di un passeggero oltre al conducente.


Commento: Non necessariamente devono essere dotati di cambio di velocità manuale,

Nessuna modifica rispetto alla direttiva 2006/126/CE

≤ 45 km/h

≤ 50 cc

≤ 40 kW





Ciclomotori a due ruote (categoria L1e), con velocità massi,a di costruzione non superiore a 45km/h, la cui cilindrata è inferiore o uguale a 50 cm³ se a combustione interna, oppure la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici.

Ciclomotori a tre ruote (categoria L2e) aventi una velocità massima per costruzione non superiore a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata, o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kw per gli altri motori a combustione interna, o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4kw per i motori elettrici.

Quadricicli leggeri (categoria L6e) la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata, o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici.

A1

16 ANNI

Non è consentito guidare quadri cicli pesanti (ad esempio i quad).

Motociclo di categoria A1, senza sidecar, avente una cilindrata minima di 120 cm³, la potenza di 11 kW e il rapporto potenza/peso di 0,1 kW/kg,

Motociclo di categoria A1, senza sidecar, di una potenza massima nominale di 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kge capace di sviluppare una velocità di almeno 90 km/h.

Se il motociclo è a motore a combustione interna, la cilindrata del motore è almeno di 120 cm³ (1).

Se il motociclo è a motore elettrico, il rapporto potenza/peso del veicolo è di almeno 0,08 kW/kg.

Commento: con l’espressione “motociclo di categoria A1” si sottintende che non si deve superare la cilindrata di 125 cm³.

≥ 120 cc e ≤ 125 cc

≤ 11kW

Potenza/peso ≤ 0,1 kW/kg (es 11kW/110Kg=0,1 kW/Kg)

vel.min. 90km/h

se elettrico: potenza/peso ≥ 00,8 kW/kg.


Motocicli di cilindrata massima di 125 cm³, di potenza massima di 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg.

Tricicli di potenza non superiore a 15kW.

Macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli (2,5 ton. Di massa complessiva; 1,6 m di larghezza, 4 m di lunghezza, 2,5 m di altezza).

A2

18 ANNI

Conseguita dal 19 gennaio 2013 permette di guidare motocicli fino a 35 kW; trascorsi 2 anni dal conseguimento non si trasforma in patente A.

Conseguita prima del 19 gennaio 2013 permette di guidare motocicli fino a 25 kW e dopo 2 anni si trasforma in patente A.

Abilita anche alla A1.

Motociclo senza sidecar, avente una cilindrata minima id 400 cm³ e una potenza di almeno 25 kW.

Commento: è pleonastico che la potenza massima non deve superare 35 kW, il rapporto potenza/peso non oltre 0,2 kW/kg e che non derivi da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima.

Motociclo senza sidecar, di una potenza nominale di almeno di almeno 20 kW ma non superiore a 35 kW e con un rapporto/peso non superiore a 0,2 kW/kg.

Se il motociclo è a motore a combustione interna, la cilindrata del motore è di almeno 400 cm³ (1).

Se il motociclo è a motore elettrico, il rapporto potenza/peso del veicolo è di almeno 0.15 kW/kg.

Commento: è pleonastico che il motociclo non deve derivare da una versione sviluppa oltre il doppio della potenza massima.

≥ 400 cc

≥ 20 kW e ≤ 35 kw

potenza/ peso ≤ 0,2 kW/kg. In versione “libera”, no doppia potenza max se è elettrico: potenza/peso ≥ 0,15 kE/kg.

Motocicli di potenza non superiore a 35 kW, con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg e che non siano dei modelli che in versione “libera” (cioè non depotenziata) sviluppino oltre il doppio della massima potenza.

A

24 anni

Si consegue all’età di 24 anni, a meno che si possieda la patente A2 da almeno 2 anni, in tal caso l’età minima scende a 20 anni; tuttavia, i tricicli oltre 15 kW non si possono guidare prima dei 21 anni.

Abilita anche alla A1, A2.

Motociclo senza sidecar, avente una ciclindarata minima di 600 cm³ e una potenza di almeno 40 kW.

Motociclo senza sidecar, la cui messa a vuoto supera 180 kg con potenza nominale di almeno 50 kW.

Se il motociclo è a motore a combustione interna, la cilindrata del motore è almeno di 600 cm³ (1).

Se il motociclo è a motore elettrico, il rapporto potenza/peso del veicolo è di almeno 0,25 kW/kg.

≥ 600 cc

≥ 50 kW massa a vuoto >180 kg

Se elettrico: potenza/peso ≥ kW/kg.

Motocicli di qualsiasi cilindrata e potenza, purché si è titolari della patente a2 da almeno 2 anni e si effettua un nuovo esame di guida, in quanto la patente A2 (conseguita dal 19/01/2013) non si trasforma automaticamente in A.

B1

16 ANNI

Patente specifica per la guida dei quadri cicli pesanti (ad es. i quad).

Un quadriciclo a motore (categoria L7e), capace di sviluppare una velocità di almeno 100 km/h.

Nessuna modifica rispetto alla direttiva 2006/126/CE

Massa a vuoto ≤ 400 kg (550 kg se veicoli merci) ≤ 15 kw vel. min. 60 km/h retromarcia

Quadricicli pesanti (categoria L7e), la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci) esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW.

B

18 ANNI

Consente, solo in Italia, di guidare anche i veicoli della categoria A1.

Abilita alla A1, B1.

Un veicolo a quattro ruote di categoria B, capace di sviluppare una velocità di almeno 100 km/h.

Nessuna modifica rispetto alla direttiva 2006/126/CE

Vel. min. 100 km/h doppi comandi

Cod 96:

rimorchio > 750 kg

Complesso:

> 3500 kg e ≤ 4250 kg.

No doppi comandi.

Autoveicoli la cui massa massima non supera 3500 kg e progettati e costruiti per il trasporto di non più di otto persone oltre i conducente. Agli autoveicoli di questa categoria può essere agganciato un rimorchio la cui massa massima autorizzata non superi 750 kg ovvero un rimorchio che superi 750 kg, purché la massa massima di tale combinazione non superi 4250 kg. Qualora tale combinazione (motrice + rimorchio) non superi non superi 3500 kg e fino a 4250 kg, è richiesto il superamento di una prova di capacità e di comportamento (esame di guida) sui veicolo specifico. In caso di esito positivo è rilasciata una patente di guida con un apposito codice comunitario (“96”) che indica che il titolare può condurre veicoli complessi.

Macchine agricole.

Macchine operatrici non eccezionali.

BE

18 ANNI


Un insieme composto da un veicolo adatto alla prova per la categoria B e un rimorchio con massa limite di almeno 1000 kg, capace di sviluppare una velocità di almeno 100 km/h e non rientrante, in quanto insieme, nella categoria B; lo spazio di carico del rimorchio deve consistere in un cassone chiuso di altezza e di larghezza almeno pari a quella della motrice, il cassone può anche ssere leggermente meno largo della motrice, purché, in tal caso, la visione posteriore risulti possibile soltanto attraverso gli specchietti retrovisori esterni di quest’ultima; il rimorchio deve essere presentato con un minimo di 800 kg di massa totale effettiva (3) (4)

Nessuna modifica rispetto alla direttiva 2006/126/CE

Rimorchio: massa massima autorizzata ≤ 3500 kg massa limite ≥ 1000 kg massa per l’esame ≥ 800 kg massa massima autorizzata ≤ 3500 kg larghezza e altezza cassone = larghezza e altezza motrice

Complessi di veicoli composti da una motrice della categoria B e da un rimorchio o semirimorchio: questi ultimi devono avere massa autorizzata non superiore a 3500 kg.

C1

18 ANNI

Raggiunta l’età di 21 anni permane il limite della massa di 7500 kg.

Un veicolo di categoria C1, con massa limite pari o superiore a 4000 kg, lunghezza pari o superiore a 5 m, capace di sviluppare una velocità di almeno 80 km/h; esso deve disporre di ABS e deve essere dotato dell’apparecchio di controllo di cui il al regolamento (CEE) n. 3821/85 e successive modificazioni; lo spazio di carico deve consistere in un cassone chiuso di altezza e di larghezza almeno pari a quelle della cabina.

Nessuna modifica rispetto alla direttiva 2006/126/CE

Lunghezza ≥ 5m

Vel. min. 80 Km/h ABS + cronotachigrafo larghezza e altezza cassone=larghezza e altezza cabina

Autoveicoli diversi da quelli delle categorie D1 e D, la cui massa massima autorizzata è superiore a 3500 kg, ma non superiore a 7500 kg, progettati e costruiti per il trasporto di non più di otto passeggeri oltre al conducente; agli autoveicoli di questa categoria può essere agganciato un rimorchio la cui massa massima autorizzata non sia superiore a 750 kg.

Share by: